Una federazione campana per la Statistica

Una federazione interregionale per la Statistica. “Rappresenta l’opportunità concreta di dar vita ad un’offerta di qualità, lontana dall’attuale organizzazione rivolta solo ad interessi particolari, facendo confluire in un unico percorso i migliori statistici presenti in regione”, spiega il prof. Carlo Lauro. Il piano prevede un’unica Laurea Triennale, incardinata ad Economia, e due Magistrali, una di ambito teorico in Scienze Statistiche per le Decisioni a Scienze Politiche ed una in Statistica per le Applicazioni Finanziarie con sede a Salerno. Non solo divisioni di teste, sottolinea il docente, ma un progetto ambizioso, votato all’internazionalizzazione. “Dobbiamo puntare all’accesso al sistema formativo europeo. Molti nostri ragazzi hanno già vinto Master e Dottorati in altri Atenei, nazionali ed internazionali”. Obiettivo, puntare all’istituzionalizzazione di collaborazioni prestigiose, non più legate ad iniziative personali, guardando ad un territorio di riferimento più ampio di quello tradizionale, esteso all’intero Mezzogiorno ed al Nord Africa, trasformando in sedi di scambio le università dell’Algeria e del Marocco, con le quali esistono già dei rapporti consolidati. Altro punto importante, coinvolgere gli enti pubblici che aderiscono al SISTAM, il sistema statistico nazionale che obbliga i Comuni con una popolazione superiore ai 3mila abitanti ad avere un ufficio di Statistica. A latere nasceranno un comitato di controllo, percorsi di Master in collaborazione con gli altri membri del consorzio, foresterie o altre strutture ricettive che facilitino la mobilità di studenti e docenti. Almeno per ora, dall’iniziativa è escluso il dottorato, perché: “è una tradizione di questa Facoltà, che in ventitré anni ha dottorato novantatré persone e più della metà insegna all’università, alcuni perfino all’estero”. Le carriere che hanno contribuito a dare lustro a questa prestigiosa storia accademica verranno raccolte in un volumetto che sarà presentato nel corso di un evento ufficiale. “L’unico modo che abbiamo per distinguerci. La Facoltà ci ha messo a disposizione solo sei docenti, per coprire i posti scoperti siamo dovuti ricorrere alla mobilità regionale, una scelta che penalizza percorsi di qualità con un’ottima collocazione a vantaggio di percorsi generalisti”, insiste il docente che è stato di recente nominato Presidente del comitato di nuova istituzione in Computational Statistics for Knowlege Discovery dell’Istituto Internazionale di Statistica.
Simona Pasquale
- Advertisement -





Articoli Correlati