Arley Fernandes Texeira, studente brasiliano, nelle aule federiciane con un po’ di saudade

Ha 21 anni, è al IV anno di Giurisprudenza e ha quella verve che solo un brasiliano possiede: Arley Fernandes Texeira è lo studente della Federal University of Minas Gerais (Brasile) vincitore della borsa di studio “Study in Naples”. Con il suo accento brasiliano, sembra essere uscito da uno di quei film anni 80 con Lino Banfi, dove il protagonista di turno pativa una forte saudade del suo Brasile. “La saudade si è fatta sentire tanto, soprattutto nei primi giorni – racconta lo studente – Quando sono arrivato a Napoli ho avuto un brutto impatto con la città. Mi mancava casa mia, l’aria del mio Paese, perfino il cibo. Avevo forte nostalgia del modo di vivere brasiliano”. Con il passare delle settimane: “le cose sono migliorate e a distanza di un mese posso dire di aver trovato degli amici e di aver rivalutato la città. Considero Napoli bella, accogliente ed ospitale”. La frequenza dei corsi ha aiutato lo studente ad integrarsi: “Attualmente seguo Diritto Internazionale e Diritto Penale, discipline che ho già sostenuto in Brasile e che mi serviranno da ponte per migliorare l’italiano (lingua studiata per un anno prima di arrivare all’Università) e passare alle materie per cui sono venuto qui”. Perché Napoli come prima scelta europea? “Scegliere l’Italia per fare quest’esperienza è stato un passaggio naturale. Il mio tutor in Brasile aveva svolto il Dottorato proprio a Napoli. È stato lui a farmi conoscere la possibilità della borsa di studio, indicandomi come fare per trarre vantaggi da questo percorso”. All’inizio la realtà accademica partenopea l’ha un po’ spaventato: “Alla Federico II è tutto grande ed affollato, le aule di Giurisprudenza sono enormi rispetto a quelle che…
 
L'articolo continua sul nuovo numero di Ateneapoli in edicola dal 27 ottobre (n. 16-17/2017)
o in versione digitale all'indirizzo: https://www.ateneapoli.it/archivio-giornale/ateneapoli
 
- Advertisement -





Articoli Correlati