Festa della Chimica: un evento per rinsaldare il senso di comunità

Tanti ospiti, musica dal vivo, cibo e bevande: gli ingredienti della prima “Festa della Chimica”. L’ha organizzata un comitato del Dipartimento di Scienze Chimiche, il 14 ottobre, un’occasione di divulgazione sul ruolo del chimico oggi e sugli sbocchi della professione nell’attuale mercato del lavoro. L’evento è stato caratterizzato da una serie di interventi presso la Sala Conferenze del Dipartimento, inaugurata da poche settimane, a Monte Sant’Angelo, e dall’intrattenimento per i presenti. Tra gli ospiti della giornata rappresentanti della Società Chimica Italiana (SCI), dell’Ordine dei Chimici e dei Fisici della Campania (OCFC), insieme ad ex studenti che hanno raccontato il proprio percorso e le proprie esperienze lavorative. Centrale anche il coinvolgimento dei professori Finizia Auriemma, Delia Picone, Roberta Cipullo, Riccardo Tesser, Martino Di Serio, Coordinatori dei Corsi di Laurea in Chimica e Chimica Industriale. Poi ancora la prof.ssa Daniela Montesarchio, responsabile della Commissione Outreach per UniNa e il prof. Rosario Palumbo. “Visto il successo – commenta il prof. Vincenzo Russo, membro della commissione Terza Missione – insieme al Direttore del Dipartimento Luigi Paduano, ci impegneremo a riproporlo come incontro annuale”.

A fare gli onori di casa nel festoso pomeriggio presso il Dipartimento è stato proprio il prof. Russo, ricercatore di Chimica Industriale. “L’evento è stato organizzato e finanziato dalla Scuola Politecnica. Insieme ai colleghi del Dipartimento, sono state invitate personalità illustri del settore, con l’idea di smontare qualche luogo comune sulla figura del Chimico e incoraggiare i giovani che hanno intrapreso questo percorso creando senso di comunità e appartenenza”. L’evento è stato aperto a chiunque fosse interessato e la partecipazione ha superato le aspettative. In più di 150 persone hanno popolato la Sala conferenze. “I ragazzi sono rimasti affascinati dagli interventi perché più che un evento di divulgazione scientifica lo abbiamo pensato di divulgazione sulla professione, e ci siamo riusciti. Si è parlato del ruolo del chimico a livello locale e nazionale, di cosa sono gli organi di rappresentanza del settore. Abbiamo dato informazioni di carattere generale di cui, però, gli studenti sono spesso all’oscuro”. Uno dei momenti più riusciti è stato anche quello delle testimonianze di ex studenti. Sono stati invitati a condividere la propria esperienza persone molto diverse tra loro, con sbocchi nei più svariati settori: dal lavoro presso l’Agenzia delle Dogane a chi è impiegato nel settore industriale o aziendale, o ancora a chi ha continuato nella ricerca, con testimonianze sia dall’Italia che dall’estero. “Poi, il momento conviviale seguito agli interventi ha ottenuto più partecipazione di quanto ci saremmo aspettati. Fino alle 21, le persone sono rimaste a chiacchierare, a scambiarsi opinioni e consigli, e questo clima disteso e familiare ha sicuramente molto aiutato a mostrare un lato meno conosciuto della chimica e dei chimici”.

Agnese Salemi

- Advertisement -

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here






Articoli Correlati