Visita guidata alla nuova sede in costruzione a San Giovanni

Un primo sguardo di gruppo a quella che diventerà la nuova sede della Federico II per Ingegneria il 17 marzo. L’idea è partita dal prof. Antonio Formisano che, in collaborazione con l’Associazione Apotema-Università, ha organizzato, nell’ambito del corso di Tecnica delle Costruzioni, una visita al complesso universitario in costruzione, Area ex Cirio. Infatti, nella zona dismessa di San Giovanni a Teduccio si prevede l’insediamento di una nuova sede federiciana, visitata da due gruppi di una quarantina di studenti. Qui sono in costruzione: aule, laboratori, biblioteche, studi dipartimentali, centro congressi e un parco pubblico. L’opera costituisce un vanto dell’ingegneria, in quanto rappresenta un esempio di riqualificazione e innovazione del tessuto urbano, attraverso una costruzione utile, moderna e ben integrata. “L’appalto è partito nel 2003, sarà concluso nel 2018. I costi per la realizzazione complessiva dell’opera ammontano a 160 milioni di euro, siamo arrivati ad un terzo per ora. Ne verranno fuori 200mila metri cubi di superficie costruita, qualcosa di imponente dunque”, spiega il Direttore di Produzione Giovanni Sacchettino, che illustra agli studenti del terzo anno di Ingegneria Edile le opere in piena fase di realizzazione: l’armatura di travi e pilastri in cemento armato, i sistemi costruttivi prefabbricati e gli accorgimenti tecnici attuati per consentire l’interazione degli impianti con il sistema di rilevamento e automazione che governerà l’intero complesso. “Qui fioriranno sette blocchi di aule per attività didattiche e tre di Laboratori sui materiali leggeri e pesanti, più un centro congressi e un parcheggio”, mostra il prof. Formisano. L’idea di organizzare la visita guidata è legata al suo corso: “la prima parte è destinata allo studio delle strutture in cemento armato, la teoria deve essere affiancata alla pratica, al contatto tangibile, per cui l’Associazione Apotema, che da sempre ci supporta e promuove, ha preso contatto con…
 
Articolo pubblicato sul nuovo numero di Ateneapoli in edicola (n. 5/2015)
o in versione digitale all'indirizzo: https://www.ateneapoli.it/archivio-giornale/ateneapoli
 
- Advertisement -




Articoli Correlati