Nuovo double degree con la Slovenia per Ingegneria Gestionale

Nuovo double degree con la Slovenia per Ingegneria Gestionale

Ingegneria Gestionale punta sull’internazionalizzazione. La parola al Coordinatore del Corso, il prof. Nicola Massarotti: “Stiamo attivando un nuovo accordo di double degree con l’Università di Lubiana, un Ateneo storico, il più grande della Slovenia, ben quotato a livello europeo. Ci agganceremo al corrispondente Corso Magistrale in Ingegneria Meccanica, com’è anche per l’accordo di doppio titolo che abbiamo con l’Università americana di Rhode Island, consentendo quindi ai nostri studenti un approfondimento degli aspetti più tecnici e tecnologici dell’Ingegneria. L’accordo ha già ricevuto il benestare dell’Ateneo straniero, ora deve essere approvato lato Parthenope”.
Prosegue: “Il potenziamento delle relazioni internazionali rientra in una precisa strategia di Ateneo. Lo abbiamo visto, per dirne una, con il prestigioso Master in collaborazione con il MIT. Due dei nostri ultimi laureati, tra l’altro, hanno acquisito questo titolo ed ora lavorano in importanti aziende come, ad esempio, la Leonardo”.

Un’altra novità riguarda, invece, il fronte didattico. Il Corso ha istituito una Commissione per la Didattica Innovativa – coordinata dalle professoresse Antonella Petrillo, Simona Di Fraia e Ivana Quinto – il cui lavoro sta coinvolgendo sia insegnamenti della Triennale che della Magistrale. “Learning by doing, problem and project-based learning, auto e peer evaluation, flipped classroom, simulation and gaming di business case sono alcune delle tecniche e delle metodologie in corso di sperimentazione, che si stanno concretizzando in progetti di ricerca su temi specifici, competizioni di matematica, attività di simulazione, utilizzo di strumenti digitali e di software di matematica come Matlab, Geogebra, Wolfram Alpha o Excel”, spiega la prof.ssa Petrillo.

Qualche esempio di attività attualmente in corso di svolgimento: “Gli studenti del Corso di Gestione della Produzione e della Qualità sono impegnati nella challenge lanciata dal Gruppo SMET, rivolta alle nuove sfide imposte dallo sviluppo della mobilità sostenibile. Nell’ambito di Environmental Control Techniques si stanno svolgendo attività di laboratorio e sviluppando progetti di ricerca su tematiche ambientali in collaborazione con il CNR. Gli studenti di Supply Chain Management, invece, sono impegnati con project work e seminari con esperti, manager e professori stranieri”.
Carol Simeoli

- Advertisement -

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here






Articoli Correlati