Terza Missione: il punto con il prof. Renato Passaro

Terza Missione: il punto con il prof. Renato Passaro

Una Terza Missione ‘aperta’, “non legata soltanto ad attività di creazione d’impresa e di trasferimento tecnologico, ma anche al cosiddetto stakeholders engagement, che ci proietti all’interno del sistema della società civile. In sinergia tra mondo scientifico e culturale si può impattare sul benessere delle persone, intervenendo sia a livello delle problematiche della sostenibilità ambientale che delle fratture sociali che sappiamo esserci nella nostra città”. A partire da questa considerazione il prof. Renato Passaro, delegato del Rettore alla Terza Missione, entra nel merito delle iniziative in cui l’Ateneo è coinvolto.

Il 14 aprile, ricorda brevemente, in due National Workshop, nell’ambito del progetto JUST2CE finanziato dal programma UE Horizon 2020: “abbiamo ospitato dirigenti di piccole e grandi aziende, istituzioni, membri delle Forze dell’Ordine e associazioni ambientaliste e di cittadini che operano nel settore dei rifiuti elettronici. Con loro si è discusso anche dei risultati del progetto, in cui la Parthenope opera insieme ad altri Atenei, enti e centri di ricerca, proprio in un contesto di incontro e scambio reciproco tra accademica e parti sociali”. Le prossime iniziative. “Il 4 maggio a Via Acton terremo il seminario ‘L’innovazione per la transizione ecologica’. Rientra in The Arch, voluto dalla Comunità Europea per promuovere 100 soluzioni green innovative per il pianeta. The Arch sta girando l’Europa in trimarano e il 3, 4 e 5 maggio sarà al Molosiglio”.

Questa tappa napoletana è coordinata dalla Fondazione Idis-Città della Scienza “e ci vede in qualità di partner. Gli studenti avranno la bella opportunità di visitare il trimarano e di ascoltare la presentazione delle soluzioni italiane premiate”. Nella due giorni del 10 e 11 maggio, “a Villa Doria d’Angri ospiteremo l’ottava edizione dell’Innovation Village”, l’evento prodotto da Knowledge for Business. Come Parthenope cureremo un tavolo sulle innovazioni per la sostenibilità. Stiamo ancora definendo gli interventi in programma ma, in generale, si parlerà di startup circolari, transizione verso un’economia sostenibile, conseguenze bioecologiche dell’inquinamento da plastiche nei mari e strumenti di contrasto”.

Nella prima decade di maggio, poi, è previsto un incontro sullo stato dell’arte delle attività di Terza Missione dell’Ateneo e nei Dipartimenti: “Ci ha convocato il Presidio di Qualità. Aggiungo che da poco è stato rilasciato anche un nuovo applicativo finalizzato a raccogliere le informazioni relative a tutte queste attività, in modo da poter disporre di una sorta di database”.
A proposito di incontri istituzionali, il 18 aprile il gruppo dei delegati alla Terza Missione ha incontrato il prof. Sauro Longhi, il Presidente del GEV Terza Missione dell’ultima VQR 2015-2019: “L’Ateneo aveva esibito quattro casi studio, ricevendo buone valutazioni, naturalmente ancora con dei margini di miglioramento”.
Carol Simeoli

- Advertisement -

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here


NUOVO NUMERO …





Articoli Correlati