Patologie neuromuscolari, congresso mondiale a Napoli

Dopo quarantotto anni, Napoli ospita il Congresso Mondiale sulle Neuromuscular Diseases, che si terrà dal 17 al 22 luglio 2010, nello specifico al complesso universitario di Monte S. Angelo. Il direttivo  della World Federation of Neurology, durante l’XI Congresso tenutosi ad Istanbul, ha scelto la sede di Napoli su proposta dei docenti della Facoltà di Medicina della Sun e della Facoltà di Veterinaria dell’Università Federico II. “Il Congresso è un evento scientifico di grande rilievo che le varie Nazioni e Università si contendono – ha detto il prof. Giovanni Nigro, cardiomiologo della Seconda Università e Presidente del Congresso, impegnato da cinquant’anni nella ricerca e nella lotta contro le patologie neuromuscolari, durante la conferenza stampa tenutasi il 29 gennaio presso la Sala Conferenze dell’Ufficio di Presidenza della Sun  – un evento che ha cadenza quadriennale, ormai come un’olimpiade… Una grande opportunità anche per la città di Napoli, che non vive un periodo florido. Saranno oltre duecento gli ospiti di prestigio e ciò significa grande flusso di turisti. Stiamo già pensando alla cerimonia di apertura al Teatro S. Carlo e a quella di chiusura presso il Teatro Grande di Pompei”. Il Congresso interessa varie discipline, dalla Neurologia alla Genetica, dalla Cardiologia alla Fisiatria e quest’anno sarà presente, per la prima volta, una sezione di Medicina Veterinaria. E il prof. Nigro ci tiene a ribadire le motivazioni alla base della scelta di Napoli come sede del Congresso. “La città di Napoli ha una bella tradizione: è qui che è stata fondata l’Accademia ‘Gaetano Conte’ che promuove incontri scientifici ed è sempre qui che è nata la Società Mediterranea di Biologia alla quale partecipano ben ventuno Nazioni”. Un evento, dunque, che ha bisogno di numerose cooperazioni. “Le due Università, Federico II e Sun, – conclude Nigro – stanno lavorando con entusiasmo, anche la Provincia di Napoli è già stata coinvolta in questo progetto, ma spero che ci venga aiuto anche dalle Istituzioni e dalle imprese del territorio per organizzare al meglio questo importante evento”.
- Advertisement -





Articoli Correlati