Bronzo nel taekwondo per Iadicicco studente-atleta

Nuova vittoria per Peppe Iadicicco, campione napoletano di taekwondo, arrivato terzo al Campionato italiano assoluto, che si è svolto a Ponticelli il 15  e il 16 novembre. Iadicicco è salito sul podio insieme al campione olimpico Leonardo Basile – che ha guadagnato la medaglia d’oro – e a Marco Palmucci, medaglia d’argento. Ma insieme agli allenamenti e alle ore passate in palestra, Peppe non dimentica lo studio e, a ventitré anni, è già iscritto al secondo anno del Corso di Laurea Specialistica in Scienze preventive ed adattative, presso la Facoltà di Scienze motorie del Parthenope. “Non ho ancora cominciato a lavorare alla tesi – ci dice – ma sto pensando alla legislazione sull’antidoping come possibile argomento…”. Ma come riesci a combaciare studio e sport? “Alla base di tutto c’è una passione grandissima e poi i due settori si collegano. Solitamente dedico la mattinata agli allenamenti e il pomeriggio allo studio, la sera ritorno in palestra. C’è da dire che, all’Università, seguo solo i corsi obbligatori e che sorge qualche problema nei periodi pre-gara quando è più difficile conciliare le due attività”. La prossima sfida è già in calendario. “Il campionato italiano si svolgerà a marzo 2009 a Bari, restano quattro mesi per allenarsi”. Cosa ti piacerebbe fare una volta conseguita la laurea? “Sicuramente continuerò con l’attività sportiva, ma il mio obiettivo resta quello di insegnare educazione fisica nelle scuole”.
- Advertisement -





Articoli Correlati