Grande, capiente e luminosa la nuova aula “Medina”

Una nuova aula a disposizione di tutti gli studenti. Questa la novità più interessante dal punto di vista delle strutture di questo primo scorcio di anno accademico all’Università Parthenope. Per gli altri progetti, se ne riparlerà, verso la fine del 2006, con l’apertura del nuovo edificio al Centro Direzionale. 
Due i livelli della sede. Al piano terra, subito dopo l’ampio ingresso, con tanto di bacheche e guardiani disponibili a qualunque informazione, c’è il vero gioiello di questa struttura. Un’aula da 255 posti, grande, luminosa, un vero toccasana, contro il costante sovraffollamento di studenti nella sede centrale. Al primo piano, invece, altre tre aule, molto più piccole, per un totale di altri 50 posti. La collocazione logistica? Ottima. La struttura, infatti, si trova in Piazza Municipio, dove prima risiedeva l’Agenzia delle Entrate. Una posizione strategica, perché a pochi passi, non solo dagli uffici amministrativi dell’università, in via Medina, ma, anche, dalla sede storica di via Acton. Proprio per la vicinanza agli uffici amministrativi, il dott. Bruno Mirabile, vice economo dell’Ateneo, sgombra subito il campo dagli equivoci: “una raccomandazione per tutti gli studenti: la nuova aula didattica viene spesso, erroneamente, chiamata  aula Medina, ma la sua precisa posizione è in Piazza Municipio 41, accanto al McDonald’s. Dico questo, perché, dato che la sede è operativa da poco tempo, dal 10 ottobre scorso, e quindi capita che molti ragazzi si accalchino negli uffici di via Medina, intralciando il lavoro del personale, senza rendersi conto che l’aula è proprio alle loro spalle”. Proprio gli studenti, però, vuoi perché, come tutte le novità, hanno ancora bisogno di tempo per metabolizzare il tutto, vuoi per scarsa informazione, sono quelli che, al momento, sembrano avere poca dimestichezza con la nuova struttura, e non per la sua posizione logistica. “Una gran bella struttura – dice Maria Corsaro, studentessa della Facoltà di Economia- ma è la prima volta che ci vengo. Sinceramente, non ho ancora capito come verrà gestita”. Anche per Enzo Esposito, sempre della triennale in Economia, la situazione non è molto chiara. “So che dovrà essere anche sede di alcuni corsi, ma non so dire se riguarderanno solo la Facoltà di Economia o anche gli altri corsi di laurea”. “In questi giorni si stanno svolgendo gli esami di Politica Economica (nota: nella giornata del 2 e del 3 novembre, l’aula grande, quella da 255 posti, ha avuto difficoltà a contenere tutti gli studenti venuti a sostenere o ad assistere all’esame del prof. Cesaretti!) e di Micro economia –  dice Francesco Di Taranto- ma a breve dovrebbero tenersi  le lezioni, sia delle Triennali che delle Specialistiche di Economia. Almeno così mi hanno detto in segreteria”. A fare un po’ di chiarezza è, ancora una volta, il dott. Mirabile. “Il nuovo centro didattico di Piazza Municipio, è una struttura polivalente. E’ nata proprio per venire incontro alle necessità che la nostra università stava patendo in termini di spazi. Non a caso, sabato 29 ottobre, ha ospitato un importante convegno sulla medicina dello sport, alla presenza del Rettore, del Sindaco e di tante altre autorità. Per quanto riguarda l’aspetto puramente didattico, è logico che un occhio di riguardo verrà dato ai corsi di laurea in Economia, sia triennali che specialistici, specie per le aule del primo piano, perché si tratta della Facoltà più numerosa, ma, all’occorrenza, verranno garantite anche le esigenze delle altre Facoltà. Per tutti gli studenti che hanno interesse ad avere un quadro più delineato della situazione, in termini di corsi e di lezioni, consiglio di ritirare il calendario in segreteria, dalla dott.ssa Gatto”. 
Gianluca Tantillo
- Advertisement -





Articoli Correlati