Il Caot per orientare

Un supporto agli studenti che intendono iscriversi a L’Orientale è il Centro di Ateneo per l’Orientamento e il Tutorato (CAOT), sede in via Mezzocannone, 99. “Quest’anno dobbiamo affrontare un impegno maggiore – afferma il prof. Luigi Mascilli Migliorini, Presidente del Centro – in quanto bisogna presentare un’offerta formativa rivista alla luce del decreto 270. Ciò significa che a partire da quest’anno irrobustiremo significativamente i punti di ascolto e anticiperemo i momenti di incontro. Già dai primi giorni del mese di giugno sono attive le postazioni di via Mezzocannone, la sede tradizionale, e gli studenti stanno arrivando in gran numero. La cosa che ci fa piacere è che spesso alcuni di loro si fermano a lungo per avere tutte le informazioni necessarie”. 
Fare orientamento ai giovani appena diplomati non è una cosa semplice e c’è bisogno, quindi, della giusta competenza: “Occuparsi dell’orientamento per gli studenti che stanno per iscriversi all’Università non vuol dire ‘vendere le saponette’, ma fare un tentativo concreto di comprendere quali sono le reali esigenze dei nostri ragazzi, per poi dare loro quelle risposte che meritano. L’azione di orientamento non va fatta a colpi di slogan. Il nostro scopo non è accaparrarci necessariamente un gran numero di studenti: quello che è necessario è prima di tutto ascoltare, per poi trovare soluzioni che possano evitare abbandoni, passaggi ad altre Facoltà o le interminabili soste all’interno delle nostre strutture universitarie”. 
Già pronto anche un calendario di iniziative oltre all’attivazione di punti informativi. A settembre si terrà una giornata informativa dedicata alle Lauree Specialistiche “perché siamo convinti che il momento importante di scelta non sia solamente quello prima della Triennale. E’ sicuramente una fase decisiva, tuttavia non va sottovalutato il passo successivo. Secondo le statistiche, la maggior parte degli studenti che conseguono la Laurea di primo livello decidono di proseguire con la Specialistica. Questa giornata dedicata alle immatricolazioni delle Lauree Magistrali servirà anche a fugare i dubbi proprio sull’attuazione della legge 270. Bisogna, infatti, ricordare che le Lauree Specialistiche, con il decreto 270 appunto, non sono strettamente connesse con le Triennali. Per questo motivo, ci auguriamo di avere una interlocuzione più ampia e quindi un’occasione come questa va vista come opportunità significativa, sia per gli studenti che per il nostro Ateneo”.
- Advertisement -
spot_img
spot_img
spot_img

Articoli Correlati