Incontro con Fabio Sauli del Cern

Alcuni degli strumenti della fisica delle particelle sono stati usati con successo in diversi campi: medicina, biologia, astrofisica. L’osservazione delle particelle e il loro utilizzo in fisica e medicina sono il tema al centro della conferenza che si terrà lunedì 16 maggio alle ore 15,30 presso l’aula di Presidenza della Facoltà di Scienze a Monte Sant’Angelo. Relatore dell’incontro, organizzato nell’ambito delle iniziative per l’anno mondiale della Fisica, sarà Fabio Sauli, studioso del CERN di Ginevra. Dopo una breve introduzione sui principi generali della rivelazione di radiazioni ionizzanti, Sauli descriverà lo sviluppo di una classe di strumenti derivati dalla camera proporzionale multifili inventata da Georges Charpak (premio Nobel per la Fisica 1992). Arriverà a parlare dei più moderni sistemi di micro-strutture capaci di operare in flussi elevatissimi di radiazione con elevata precisione. Tra le applicazioni, ricorderà inoltre quelle per la ricerca in biologia e per la diagnostica medica, che sfruttano le caratteristiche uniche dei nuovi strumenti nella rivelazione di raggi X ad alto flusso, permettendo di ottenere eccellenti qualità di immagine con dosi impartite al paziente notevolmente inferiori ai metodi classici.
- Advertisement -




Articoli Correlati