Interviste sull’imprenditorialità targate Assi on-air

Si muove all’insegna dell’innovazione, della passione e della curiosità un format nato all’interno dell’associazione studentesca ASSI Ingegneria. Pensato inizialmente per far conoscere agli studenti l’associazione, Assi on air prevede ora una serie di interviste, su una determinata tematica, a docenti e professionisti con l’obiettivo di consentire a tutti gli studenti interessati di far tesoro delle esperienze riportate nelle conversazioni. La prima tematica è stata l’imprenditorialità. Il responsabile dell’iniziativa è Angelo Belardo, studente al secondo anno del Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Gestionale, percorso Innovation Management. “L’idea è nata durante la quarantena – racconta – nel momento in cui si andavano delineando nuovi modi di comunicare e socializzare attraverso i social, in particolare attraverso le dirette”. Con delle dirette tramite la pagina Instagram di ASSI Ingegneria, “inizialmente, tra aprile e maggio, sono state fatte delle interviste per far conoscere l’associazione e le sue figure”. Dalla seconda metà di maggio il format si è evoluto: “Mi sono spostato verso interviste a docenti e professionisti affinché gli studenti che ci seguono possano fare tesoro delle loro esperienze e calcarne, in futuro, le orme. Gli intervistati, prima di rispondere alle mie domande, raccontano un po’ della storia personale e professionale. La maggior parte dei nostri utenti appartiene ad Ingegneria, ma credo che, impostando il format in questo modo, si possa raggiungere una platea molto più ampia”. La scelta del tema dell’imprenditorialità, “tema di vasto studio nonché mio personale interesse”, ha coinvolto già tre ospiti: il prof. Francesco Castagna, il 19 maggio, il prof. Flavio Farroni, il 26 maggio, e il dott. Massimo Varrone il 3 giugno. “Il prof. Castagna è docente di Strategia ed Imprenditorialità al Dipartimento di Ingegneria Industriale, imprenditore e manager e ha vinto diversi premi. Ha toccato il tema dell’imprenditorialità a 360 gradi e ci ha raccontato come, sin da giovane, abbia cominciato a coltivare le sue passioni che si sono poi trasformate nella sua professione”. Obiettivo di queste interviste “è anche quello di valorizzare le nostre risorse. Infatti, ci siamo focalizzati su docenti e professionisti che sono partiti dal nostro territorio”. La seconda intervista è stata dedicata “al prof. Farroni che è ricercatore di Meccanica applicata alle macchine sempre al Dipartimento di Ingegneria Industriale. È CEO di Megaride, spinoff accademico e startup, che si occupa di software e simulatori di fattori che concorrono alle prestazioni di vetture da corsa. La sua figura è emblematica: laureato a Napoli, ha svolto un tirocinio presso Ferrari a Maranello e ha ricevuto delle offerte dall’Inghilterra che però ha rifiutato per rimanere a Napoli”. Infine, l’intervista al dott. Varrone, “responsabile di Campania NewSteel con cui abbiamo parlato di acceleratori, incubatori e start up. Da questi intervistati un giovane può soltanto imparare. Conoscere il loro percorso, e magari i loro errori, è un grande valore aggiunto”. Per il futuro, “stiamo valutando. Ci piacerebbe affrontare anche altri temi, ad esempio quello dell’ambiente, su cui c’è una grande attenzione. Vorremmo dedicare qualcosa anche al tema CV e mondo del lavoro”. Innovazione è una parola che torna più volte nel discorso di Angelo: “Per fare innovazione, al giorno d’oggi, ci vogliono passione, curiosità, forza di volontà. Da grande vorrei diventare un imprenditore e guardare verso altri orizzonti”.

Scarica gratis il nuovo numero di Ateneapoli su www.ateneapoli.it

- Advertisement -
spot_img
spot_img
spot_img

Articoli Correlati