L’orientamento, settore di punta della Provincia

“Troppo spesso la scelta del percorso formativo è casuale, basata su pochissima o nessuna informazione”: l’affermazione del Presidente della Provincia di Napoli Riccardo Di Palma, a margine della presentazione dell’interessante iniziativa “Scuola aperta” che ha coinvolto, nel fine settimana precedente alle festività natalizie, le istituzioni scolastiche. Le scuole superiori sono state aperte al pubblico, alle famiglie, ai ragazzi in procinto di scegliere un indirizzo di studi dopo la scuola di base. E’ stato possibile ricevere informazioni sui piani di studio, le materie,  gli orari; visitare le aule, i laboratori e le palestre.
“L’evoluzione rapida e continua del mondo del lavoro e le riforme avviate negli ultimi anni nel nostro Paese, relative al processo di integrazione tra i sistemi dell’istruzione e della formazione, pongono prepotentemente in primo piano ancora una volta il tema dell’orientamento”, ha sottolineato l’Assessore alle Politiche Scolastiche e Formative Angela Cortese. Ha evidenziato, inoltre, come gli enti locali, ed in particolare la Provincia, possano svolgere un importante ruolo nella costruzione di un sistema integrato dell’orientamento. Proprio alle province sono state attribuite anche funzioni e compiti in materia di politiche attive del lavoro. 
Va nella direzione dell’orientamento scolastico e professionale, anche la recente pubblicazione dell’amministrazione provinciale Il cercascuole, nella quale viene radiografata tutta l’offerta formativa degli Istituti di Istruzione Superiore della provincia di Napoli. “Questa pubblicazione annuale può diventare un punto di riferimento per chi dovrà scegliere e chi dovrà aiutare a scegliere. La guida fornisce anche informazioni relative al proseguimento degli studi universitari, alla formazione professionale superiore e agli eventuali sbocchi nel mondo del lavoro. L’iniziativa è basata sulla convinzione che per scegliere bene è importante assecondare inclinazioni, attitudini e interessi ma una buona scelta è innanzitutto una scelta informata e consapevole”,  afferma l’Assessore.
A conferma della volontà della Provincia di porsi come soggetto promotore della costruzione di un sistema di orientamento che passi per i vari ordini di scuole ed arrivi all’università, una ulteriore iniziativa, partita lo scorso novembre. “Si tratta di un progetto rivolto agli studenti iscritti all’ultimo anno delle scuole medie superiori che potranno partecipare a stage formativi presso studi professionali per 80 ore complessive” – spiega la Cortese – Lo stagista avrà così l’opportunità di poter scegliere con consapevolezza di intraprendere la carriera universitaria che indirizzi alla professione che lo studente ritenga più congeniale alle proprie aspirazioni”.
- Advertisement -
spot_img

Articoli Correlati