Presidenze in scadenza alla Seconda Università

Economia vota per il Preside. Il prof. Vincenzo Maggioni, reduce da due mandati, non può ricandidarsi. L’unica disponibilità emersa fino ad ora – si andrà alle urne a fine giugno – è quella di Clelia Mazzoni, docente di Economia e Gestione delle imprese, oltre che giornalista del settimanale economico ‘Il Denaro’. La candidatura della Mazzoni è in linea di continuità con la precedente esperienza di  Maggioni. Entrambi, infatti, afferiscono allo stesso settore disciplinare. Nei giorni scorsi la docente ha inviato ai suoi colleghi di Facoltà la lettera d’intenti in base alla quale si muoverà nei prossimi quattro anni.
Sistema di governo. “Vorrei dare vita a due vice presidenze, dotate di un importante ruolo di affiancamento alle attività di gestione. Vorrei inoltre prevedere una giunta che rappresenti tutte le componenti della Facoltà e numerose deleghe operative”. Mazzoni annuncia, in sostanza, la via della collegialità.
Offerta formativa. “Sarà probabilmente necessario compattare i Corsi di Laurea secondo il progetto già in discussione in Facoltà e in funzione delle novità normative che la riforma proporrà. Sarà, inoltre, indispensabile istituire i Consigli dei Corsi di Laurea ai quali dovrà essere demandata – in collaborazione con l’attività di Presidenza – l’armonizzazione dei programmi di insegnamento e il supporto allo sviluppo di programmi formativi maggiormente attrattivi e meglio coordinati al loro interno”. 
Servizi agli studenti. “Va rivisto il funzionamento della biblioteca di Facoltà, attualmente poco fruibile dagli allievi. Occorrerà inventariare il patrimonio librario, garantire il collegamento on-line con il servizio bibliotecario centrale  e introdurre sistemi operativi di gestione dei prestiti. Sarà importante, inoltre, richiedere a tutti i docenti il rispetto degli orari e un’effervescente partecipazione alle attività didattiche. Molto, inoltre, può essere ancora fatto sul fronte delle attività telematiche a favore degli studenti”. 
Manutenzione e miglioramento dell’efficienza della sede. “Alcuni dei problemi che andranno affrontati riguardano l’impianto informatico, la gestione del riscaldamento e dell’aria condizionata, i danni generati alle strutture dall’umidità, tutte attività che richiedono un grosso sforzo di gestione quotidiana, anche in raccordo con gli uffici centrali dell’Ateneo”.
Competitività sul territorio. “Si tratta di proseguire e rafforzare le attività portate avanti con molta determinazione dal Preside Maggioni. Va dunque consolidato il collegamento con le imprese e con le istituzioni del territorio, migliorando le attività di trasferimento tecnologico”.
Internazionalizzazione. “Occorre che tutti i docenti diano un contributo mediante la cooperazione internazionale e lo sviluppo di titoli congiunti con altre Facoltà europee. Lo sviluppo dell’internazionalizzazione sarà inevitabilmente il frutto di iniziative realizzate in armonia con l’attività di ricerca svolta all’interno dei Dipartimenti”. 
- Advertisement -
spot_img
spot_img
spot_img

Articoli Correlati