Scambi di visite tra i Corsi di Laurea degli Atenei italiani

Uno scambio di visite tra presidenti di Corso di Laurea in Medicina degli Atenei italiani. L’obiettivo? Confrontarsi su punti di eccellenza e criticità per migliorare e uniformare le attività didattiche.
A decidere le “site visit”, la Conferenza Nazionale dei Presidenti di Corso di Laurea. “Abbiamo già realizzato una serie di incontri – dichiara il prof. Guglielmo Borgia, presidente del CdL in Medicina della Federico II – sebbene il progetto sia ancora in una fase sperimentale”. “In realtà – continua – le visite hanno un triplice scopo: valutare gli aspetti più innovativi scaturiti dall’applicazione dell’autonomia didattica nei singoli CdL; individuare punti di eccellenza da condividere tra CdL; realizzare una maggiore integrazione nelle attività formative dei CdL, tenendo anche in considerazione il riconoscimento professionale del titolo di studio a livello comunitario”.
Bari, Foggia e, fra qualche giorno, Catanzaro, le Facoltà visitate dal prof. Borgia. A Bari, il docente ha molto apprezzato i laboratori didattici e il Centro Linguistico di Facoltà: “Bari, ma anche Foggia, sono Facoltà in crescendo. Dal canto nostro, non ci possiamo affatto lamentare: la nostra organizzazione didattica procede a gonfie vele”.
A Napoli, invece, sono arrivati i professori Giuseppe Familiari, presidente di uno dei Corsi di Laurea in Medicina de La Sapienza di Roma, e Marcella Cintorino, ex presidente a Siena, “entrambi ricevuti, oltre che da me, anche dal Preside, dai coordinatori di cicli e di corsi integrati e dai membri della Commissione didattica”. A ragguagliare gli ospiti sugli aspetti positivi e negativi del loro ciclo di studi, anche l’intera rappresentanza studentesca eletta nella Facoltà di Medicina al Federico II. “La loro presenza mi ha fatto molto piacere – ammette Borgia – È importante essere uniti se si vuole crescere e migliorare”. 
La fase sperimentale delle “site visit” terminerà tra il 13 e 14 maggio, giorni in cui, a Roma, ci sarà una riunione della Conferenza congiunta di Presidi e Presidenti di CdL di Medicina. “Il prof. Lenzi, rappresentante del Cun, ci illustrerà i dati preliminari, per poi decidere in quale direzione proseguire”, conclude Borgia.
- Advertisement -
spot_img

Articoli Correlati