Troppe tesi, la prof.ssa Aprile sospende le assegnazioni fino al mese di ottobre

Stop alle tesi fino al mese di ottobre per la prof.ssa Maria Carmela Aprile, docente di Economia e politica dell’ambiente al Corso di Laurea in Economia e Commercio del Diseg (Dipartimento di studi economici e giuridici). “Il mese prossimo avrò ben 16 tesi e non è facile seguire bene tutti i laureandi. L’elevato numero di richieste mi ha visto costretta a dare uno stop momentaneo”, spiega la docente a malincuore. Nonostante il suo sia un esame opzionale, almeno ancora per quest’anno, sono tantissimi i ragazzi che chiedono di poter svolgere l’elaborato finale sui temi dell’economia ambientale. Ma come mai tanto successo? “La frequenza al mio corso è abbastanza alta, considerando che si tratta di un esame opzionale. Sono circa 120 studenti. Il prossimo anno diventerà invece un esame obbligatorio da 9 crediti per chi sceglierà il percorso Ambiente e Sostenibilità”. Nonostante i numeri, sottolinea la prof.ssa Aprile, “cerco di coinvolgere i ragazzi con un approccio meno cattedratico possibile. Li rendo partecipi durante le lezioni tenendo alto il livello di attenzione attraverso collegamenti con argomenti di attualità o di politica legata sempre ai temi dell’ambiente. Credo sia una formula che i ragazzi apprezzano e questo viene testimoniato anche dalle risposte positive che danno ai questionari di valutazione su quanto il docente riesca ad attrarre la platea”.
Coinvolgere i ragazzi stimolandoli in aula ed essere sempre disponibile sembrano essere tra le motivazioni principali che spingono molti laureandi a scegliere la prof.ssa Aprile. “I ragazzi trovano in me sicuramente molta disponibilità. Mi piace interagire con loro, li rispetto molto e mi rendo conto delle difficoltà che possono incontrare durante il loro percorso di studi, e credo che questo venga percepito. Sono sicura che questa empatia che si crea con loro gli sia di stimolo”.
Lavorare all’elaborato finale, con una docente che invita i ragazzi anche a casa per le ultime correzioni, è sicuramente un elemento di attrazione, ma sono i temi trattati a fare da ago della bilancia. “Ho tesisti provenienti da due bacini diversi. Negli scorsi due anni, infatti, ho tenuto un corso di Istituzioni di Economia per i ragazzi di Management delle Imprese Internazionali e molti mi hanno poi seguito anche per la tesi perché hanno trovato interessante la materia e forse anche il mio approccio”. La tesi del Corso Triennale consiste in un approfondimento di un argomento trattato durante il corso, “in genere sulla base di alcuni articoli di riviste che consiglio ai ragazzi, ma spesso sono gli stessi studenti a chiedermi di poter approfondire un determinato argomento che hanno trovato più interessante. Devo dire che questo avviene soprattutto per gli allievi di Management, che di solito hanno una provenienza e un target diverso rispetto a quelli di Economia e Commercio. Sono studenti che hanno scelto quel Corso perché hanno una forte motivazione e che hanno ben in mente il loro percorso anche sulla Magistrale: così anche il lavoro di tesi assume un valore diverso per loro. Con questo non voglio dire che anche tra i ragazzi di Economia non ci siano elementi di eccellenza e che dimostrano idee originali ed interessi particolari nella scelta dell’argomento da trattare per la tesi”. Va da sé, però, che con una mole così grande di lavori, e un numero limitato di argomenti, “si finisce per non avere più una grande scelta di tematiche nuove ed originali da approfondire. Da qui la mia scelta di non accettare tesi fino ad ottobre. Il rischio di cadere nella ripetizione e di abbassare la qualità degli elaborati, infatti, mi preoccupava”. Non diminuisce certo l’interesse e la disponibilità della docente verso i ragazzi. “Sarò lieta, appena possibile, di accogliere nuovi tesisti”, conclude la prof.ssa Aprile.
Valentina Orellana
- Advertisement -
spot_img
spot_img
spot_img

Articoli Correlati