Un Team di tutoraggio per le matricole di Ingegneria

Al Dipartimento di Ingegneria un Team di tutoraggio va in soccorso degli studenti in difficoltà. Il disagio nel passaggio dalla scuola all’università quest’anno è stato acuito “dall’emergenza epidemiologica; nonostante docenti e rappresentanti si siano sempre resi disponibili di fronte alle istanze studentesche, di fatto anche le matricole si sono trovate a seguire corsi universitari e a progettare esami molto complicati senza aver avuto alcun banco di prova e senza essersi potuti interfacciare con i colleghi. Inoltre, com’è noto, i giovani sono sempre piuttosto timidi e alcuni, per questo, non esprimono neanche i loro dubbi”, spiega il prof. Massimiliano Rak, associato di Ingegneria elettronica e informatica e coordinatore del Team dopo il pensionamento del predecessore, prof. Raffaele Martone. L’analisi del problema, di cui si era già avuto sentore dall’insorgenza della prima ondata pandemica, si è avuta a partire da quest’estate: “la Commissione guidata dal prof. Martone, infatti, si è dedicata a una profonda indagine tra gli studenti e i docenti, alla ricerca di tutti quei problemi che, se risolti, avrebbero potuto rendere la vita di tutti un tantino più semplice”, racconta il prof. Rak. Al termine dell’indagine sono state vagliate diverse soluzioni, “prendendo ad esempio altri Dipartimenti e Atenei. È così che siamo arrivati all’idea del Team di tutoraggio, per fare in modo che gli studenti potessero interfacciarsi con i docenti e, specialmente, con colleghi più grandi che avessero avuto gli stessi problemi nel corso degli anni. Abbiamo infatti chiesto ad alcuni assegnisti di ricerca e studenti di dottorato di darci una mano su base volontaria”. Il compito di assegnisti e dottorandi sarà quello di erogare lezioni in modalità seminariale: “per adesso, è stato programmato un calendario di incontri che si prolungherà per tutto il mese di febbraio, nel corso del quale verranno affrontati tutti gli argomenti, divisi per moduli, rinomatamente ostici per gli studenti: analisi, geometria, algebra, trigonometria”. Gli incontri saranno di due tipi: “Tematici e di Assistenza Didattica Collegiale (ADC). Nel corso dei primi gli studenti avranno la possibilità di partecipare a vere e proprie lezioni frontali, che si concluderanno con una parte esercitativa. Per quanto concerne i secondi, invece, gli studenti potranno porre le domande in modo individuale e la risposta verrà fornita dai tutor in modo collegiale, cioè potranno usufruirne tutti”, illustra il docente. “Siamo molto entusiasti di questa iniziativa – conclude Rak – che ancora una volta conferma il principio per cui i nostri Dipartimenti e l’Ateneo non vengono mai meno al proprio impegno di sostegno allo studente”.
Il Team, aggiunge  Marco Costanzo, assegnista di ricerca in Automazione robotica del Dipartimento, “nasce dalla voglia di aiutare i colleghi più giovani. Tutti ricordano il momento di sconforto che è seguito alla scoperta della mole di materiale da studiare per Analisi o Geometria, ma con l’aiuto dei docenti e dei colleghi è stato possibile superare le avversità. Noi non siamo professori e di conseguenza non siamo tenuti a dare un voto agli studenti, motivo per cui, secondo la mia esperienza, si sentono liberi di interfacciarsi in maniera più sciolta. Io mi occuperò del modulo di Trigonometria applicata e Geometria analitica e, naturalmente, sono ben contento di poter dare una mano a questa causa che, almeno in parte, si propone di lenire le ferite lasciate dall’emergenza epidemiologica”. Non è diversa l’opinione di Antonio Russo, dottorato da pochissimo in Ingegneria industriale e dell’informazione: “Credo si tratti di una grandissima occasione per gli studenti del primo anno che, come sappiamo, affrontano grandi difficoltà nel passaggio dal liceo all’università, e questo a causa non soltanto della differente mole di materiale di studio, ma anche per via del differente background. Credo che tutti i docenti coinvolti siano stati spinti da un grande senso del dovere e che questo testimoni lo spirito entro il quale noi stessi ci siamo formati. Per quanto riguarda il mio ruolo nel Team, mi occuperò, come il collega Costanzo, di Trigonometria applicata e Geometria analitica. Sono molto contento di poter prendere parte a questa iniziativa”. Le date degli incontri, così come le modalità di svolgimento, sono disponibili sul portale del Dipartimento.
Nicola Di Nardo

Scarica gratis il nuovo numero di Ateneapoli su www.ateneapoli.it

- Advertisement -





Articoli Correlati