Ad Economia ospite l’amministratrice delegata del brand Luisa Spagnoli

“È un momento di grande fermento. Come si sa, l’Ateneo è impegnato nella messa in atto del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) e il nostro Dipartimento ha risposto e sta rispondendo prontamente”, afferma la prof.ssa Maria Antonia Ciocia, Direttrice del Dipartimento di Economia. In particolare, nell’ottica di una generale ripresa dell’economia in era post-Covid, il personale docente si è impegnato attivamente nella revisione dell’offerta formativa, con lo scopo di attribuirle “un taglio culturalmente in linea con le contingenze”. I grandi temi sui quali si sta lavorando sono quelli della digitalizzazione e, più specificamente, dell’economia circolare. “È importante rendersi conto che viviamo in un mondo in cui non è più possibile permettersi sprechi, sottolinea la docente. Ulteriori sforzi sono impiegati a livello convegnistico, per cercare di promuovere una cultura di rinnovamento che sia orientata al superamento delle barriere che hanno costretto per molti anni il Mezzogiorno al margine. “Quello che vorrei sottolineare – prosegue la prof.ssa Ciocia – è che abbiamo messo al primo posto una riflessione di tipo culturale, a cui è seguita come risposta un’intensificazione dei rapporti con i rappresentanti istituzionali del territorio: sindaci, imprese ed enti come Confindustria”.

Dal punto di vista didattico si assiste a un ritorno alla normalità con il venir meno delle restrizioni per il contenimento della pandemia; il risultato è stato l’apertura al cento per cento di tutte le attività, compresi esami e sedute di laurea. “Nei piani anche far rivivere quella bella prassi del Graduation day, iniziativa tanto apprezzata da studenti e genitori”. E poi le testimonianze. Sulla scia di una sempre maggiore attenzione al territorio e all’inserimento dei discenti nel mondo del lavoro, è da tempo che il Dipartimento ospita ex studenti oggi ben inseriti nei contesti lavorativi. È per questo che puntualmente vengono chiamati a dialogare con i loro analoghi di qualche anno prima, cosicché gli studenti di oggi possano essere incentivati e arrivino a comprendere che “a Economia non si fa soltanto teoria”. Poi ci sono le spinte verso l’esterno, chiamando a raccolta personaggi di calibro nazionale come l’erede di Luisa Spagnoli, famosa imprenditrice scomparsa nel 1935, che arriverà in Dipartimento il prossimo 1° luglio. “Portare il Dipartimento oltre il localismo e la territorialità, sono queste due delle parole chiave per il futuro”, afferma la prof.ssa Ciocia. Si tratta, dunque, di una fase di rinnovamento che “sta portando anche a un ampliamento dell’organico, con il reclutamento di nuove risorse quali ricercatori e altre figure giovani. Quella in Dipartimento è una vita molto intensa e, devo dire, soddisfacente”.

Nicola Di Nardo

- Advertisement -

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

spot_img

Articoli Correlati