Un team cura le politiche di comunicazione dell’Ateneo: lo guida la prof.ssa Enrica Amaturo

Il 25 marzo la prof.ssa Enrica Amaturo, docente a Scienze Sociali, per molti anni Preside della Facoltà e poi Direttrice del Dipartimento, ha ricevuto dal Rettore Matteo Lorito la delega al coordinamento delle politiche per la comunicazione e la promozione delle attività della Federico II. La squadra è composta dai professori Roberta Amirante (Architettura), Sergio Beraldo  (Scienze economiche e statistiche), Biagio D’Aniello (Biologia), Stefania Galdiero (Farmacia) e Raffaele Savonardo (Scienze Sociali). “Ci siamo già incontrati subito prima di Pasqua – dice – e presto presenteremo un piano di lavoro per muoverci al meglio. Aspettavamo che il Rettore ufficializzasse le deleghe. Ci occuperemo di curare le attività di comunicazione dell’Ateneo, di promozione e valorizzazione di quello che si fa, ed è tanto, nella Federico II”. Prosegue: “Ogni delegato si farà carico di qualcosa, di un settore in particolare. Per esempio il prof. D’Aniello, che è molto ferrato in materia, concentrerà la sua attività nella divulgazione scientifica. Cercheremo anche di collaborare con il gruppo che preparerà le iniziative in occasione degli ottocento anni dalla fondazione dell’Ateneo e con la squadra di F2 cultura. Saremo poi di servizio anche per chi si occupa di orientamento agli studenti”. In occasione della prima riunione in presenza, la coordinatrice ha intenzione di invitare anche i componenti dell’Ufficio stampa dell’Ateneo, i quali da anni svolgono una funzione molto importante per far conoscere le attività della Federico II e per aiutare la stampa a raccontare quel che accade in Ateneo. “Collaboreremo moltissimo con l’Ufficio stampa ed al più presto stabiliremo i rispettivi compiti”, precisa su questo punto Amaturo.
Il miglioramento del sito internet e della pagina social sono due tra gli obiettivi che, secondo la prof.ssa Amaturo, dovranno essere perseguiti dal gruppo che coordina, in collaborazione con le altre strutture della Federico II le quali hanno competenze sulla comunicazione e sulla divulgazione. “Sempre di più – riflette – la pagina online di un Ateneo e quella social sono il biglietto da visita con il quale si comunica immediatamente. Ho iniziato a lavorare in una Università che, rispetto a quella di oggi, apparteneva ad un altro mondo. Ora con la digitalizzazione accelerata è ovvio che la comunicazione e l’immagine siano sempre più importanti. Tra l’altro, ormai gli Atenei sono in competizione ed è importante stabilire una immagine che funzioni all’esterno”. Con un’avvertenza, però, alla quale Amaturo tiene molto: “Non dobbiamo fare pubblicità all’Università, non dobbiamo svolgere attività di marketing per attirare studenti. La Federico II non ha bisogno di questo. Deve piuttosto promuovere al meglio e far conoscere le iniziative che svolge nei vari ambiti. Si fa molto, siamo un Ateneo molto grande, e diventa complicato comunicarlo. Bisogna per questo avere una strategia. I contenuti ci sono tutti, sono il prestigio scientifico e didattico della nostra Università”.
La docente conclude con osservazioni di carattere personale e con una notizia. La prima è relativa ai motivi che l’hanno convinta a dire sì alla proposta del Rettore Lorito: “Ho accettato perché mi pare importante che per la prima volta ci sia una delega specifica sulla comunicazione e perché è un riconoscimento nei confronti di Sociologia. Da molti anni, ormai, uno dei nostri filoni di studio e di ricerca verte proprio sul mondo della comunicazione nelle sue molteplici articolazioni”. La notizia: è stata insignita della onorificenza di Ufficiale al merito della Repubblica. “Una cosa bella ed un riconoscimento pubblico della utilità e della importanza degli studi. Sono molto contenta”.

Scarica gratis il nuovo numero di Ateneapoli su www.ateneapoli.it

- Advertisement -
spot_img

Articoli Correlati