Il 13 giugno al Dises torna l’evento ‘Perché Studio Economia?’

Il 13 giugno al Dises torna l’evento ‘Perché Studio Economia?’

Gli strumenti che l’Economia offre per la comprensione della società e la risoluzione dei problemi, spiegati dagli studenti e dai docenti del Dipartimento di Scienze Economiche e Statistiche. Torna ‘Perché Studio Economia?’, l’evento con cui il DiSES premia i suoi 14 migliori allievi Triennali e Magistrali, 2 per ciascun Corso, 4 per la Triennale in Economia e Commercio, in quanto Corso più popoloso del Dipartimento. Giunto alla nona edizione, si svolgerà il 13 giugno presso il Complesso di Monte Sant’Angelo.

“Perché Studio Economia?, come da tradizione, è un momento di condivisione tra i nostri ragazzi, le loro famiglie e i docenti”, ricorda il prof. Massimo Aria, membro della Commissione selezionatrice degli studenti insieme ai colleghi Claudia Meo e Francesco Flaviano Russo. “I premiati, individuati sulla base dei risultati conseguiti e della regolarità e velocità della carriera, saranno chiamati a rispondere alla grande domanda che dà il nome alla manifestazione, raccontandoci quindi quali sono le motivazioni che li hanno spinti ad intraprendere tale percorso”.

Il premio, come di consueto: una gift card Feltrinelli dal valore di 250 euro. “Durante la giornata – prosegue il docente – interverranno anche due nostri giovani ricercatori, per presentarci i risultati del loro lavoro in una chiave molto divulgativa, adatta ad un pubblico ampio. Sono: Sara Moccia, che parlerà dell’impiego dei fondi europei in Italia e di PNRR, e Giuseppe Pandolfo, che invece discuterà di data journalism e del corretto uso dei dati per fare storytelling”. Nel corso degli anni questa kermesse ha premiato tanti aspiranti economisti: “126 per la precisione, tutti giovani motivati la cui carriera è proseguita brillantemente. Alcuni, ad esempio, hanno trovato collocazione in importanti aziende come Accenture, Indra, Soresa, PA Advice; altri hanno preferito continuare in ambito accademico, qui in Italia o all’estero”.

Ma perché tanti studenti decidono di dedicarsi all’Economia? “Le motivazioni sono varie e numerose. Evidentemente percepiscono la validità di questi studi, nei quali riconoscono una possibilità di fare la differenza. C’è anche da dire che oggi le conoscenze economiche, in particolare associate a capacità analitiche e quantitative, costituiscono skills particolarmente ricercate. E la stessa Napoli offre parecchie opportunità, essendo la sede di grandi multinazionali che si occupano di consulenza, analisi quantitativa e data science”. La giornata del 13 giugno sarà anche l’occasione per consegnare altri premi erogati dal Dipartimento: Simona Balbi, Lilli Basile e Mario Morgano, che consistono nella possibilità di approfondire la propria preparazione grazie alla frequenza di corsi specialistici o summer school.
Carol Simeoli

- Advertisement -

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here






Articoli Correlati